I sistemi di digital payments continuano a crescere rapidamente negli USA. Già quest’anno si contano oltre 180 milioni di utenti per il solo settore del commercio elettronico. I digital wallet, che costituiscono un sistema di pagamento innovativo per il punto vendita, contano 51 milioni di utenti. Infine i trasferimento diretti di denaro da persona a persona interessano già 38 milioni di persone nei soli Stati Uniti.

Non importa quale sia il vostro settore, è chiaro che dovete avere familiarità con questi sistemi se volete operare sul mercato americano. Il fenomeno non interessa solamente le vendite online. Vediamo infatti una tentenda sempre più marcata nell’usare il proprio telefonino per i pagamenti di persona, al posto della tradizionale carta di credito.

Evoluzione dei digital payments negli USA

Nel 2020 le cifre stimate saranno di quasi 200 milioni di utenti per il commercio elettronico, 59,3 milioni per i digital wallet e 76,8 milioni per i trasferimenti diretti. E c’è ancora ampio spazio di crescita. Infatti solo il 70% degli utenti usa sistemi di pagamento elettronico per il commercio elettronico e solo il 15 percento circa usa digital wallet.

La cifra che sorprende maggiormente è il valore medio delle transazioni. Oggi la spesa media in commercio elettronico è di 2.913 dollari l’anno per utente. La spesa media annua con digital wallet è di 788 dollari. Nel 2020 i due settori avranno una spesa media equivalente: 3.466 dollari per entrambi.

Il trasferimento di denaro diretto, senza intermediazione di una banca, vale 319 dollari oggi. Nel 2020 varrà 684 dollari l’anno. Vediamo quindi una fiducia crescente nei sistemi di pagamento elettronico. E vediamo anche una crescente tendenza ad allontanarsi dalle carte di credito.

L’evoluzione della carta di credito

E’ ormai percezione condivisa che la carta di credito comporta rischi tangibili. Sentiamo di siti che sono stati violati e di informazioni personali che sono state estratte da elementi criminali. Di solito le informazioni maggiormente ricercate sono i dati delle carte di credito. Con sistemi di pagamento diversi diventa più difficile copiare i dati.

In effetti stiamo andando nella direzione di sistemi che possono cambiare costantemente le proprie informazioni di sicurezza. Sistemi che sono maggiormente legati alla persona rispetto a semplice schedina magnetica. La fiducia nelle carte di credito cala. Lo vediamo anche nella transizione in atto in tutti gli Stati Uniti verso carte dotate di microchip. Si tratta di carte magnetiche simili a quelle già usate in Europa da qualche tempo.

L’elemento chiave in queste nuove carte è un chip elettronico incapsulato sul fronte della carta. Invece di strisciare la carta nel lettore della casa, la si inserisce in una fessura. Qui il lettore accede al chip e acquisisce informazioni che sono accessibili solo con un accesso diretto. Questo evita l’impiego della banda magnetica ed evita la scrittura dei dati personali.

Siamo ancora lontani però da una totale sicurezza visto che la carta rimane utilizzabile in modo convenzionale. Chiunque la rubi può comunque eseguire acquisiti online utilizzando unicamente i dati stampati sul fronte e sul retro. Si tratta quindi di un percorso di evoluzione ancora lungo, ma inarrestabile. Il settore è ricco di opportunità per chiunque voglia investire negli USA, e non solo.

Roberto Mazzoni

Altri articoli collegati:

Evoluzione dei sistemi di pagamento digitale negli USA