L’industria automobilistica negli USA sta attraversando una profonda evoluzione. Questa è in parte sollecitata dalla ricerca costante di vetture che comportino un minor costo di esercizio e in parte dalla ricerca di veicoli che possano essere guidati il più a lungo possibile ponendo il minor numero di problemi possibile.

Manutenzione preventiva

Per rispondere a questo tipo di esigenze, stanno nascendo tre aree particolarmente innovative. La prima è la manutenzione preventiva eseguita a diastanza mediante Internet e sistemi di monitoraggio digitali. Con questa tecnica è possibile controlla costantemente lo stato dell’automobile e quindi individuare possibili rotture oppure funzionamenti non ottimali per tempo e proporre interventi di manutenzione preventiva così da evitare che si verifichino guasti.

Assicurazione pay as you go

La seconda area emergente prende il nome di assicurazione “pay as you drive”, vale a dire che il premio assicurativo viene valutato in funzione dell’uso reale del veicolo e dello stile di guida. Un sistema digitale tiene traccia dei movimenti del veicolo e li comunica alla compagni assicuratrice così da attivare o sospendere la copertura in funzione dell’effettivo uso e così anche da stabilire un profilo di impiego da parte del guidatore. Benché questo tipo di applicazione sollevi naturalmente perplessità in materia di privacy, trova interesse presso le aziende che vogliono tener sotto controllo il costo di assicurazione delle proprie vetture e la qualità di guida dei propri dipendenti e autisti.

Aggiornamento software a distanza

Il terzo settore è quello dell’aggiornamento a distanza del software che oggi governa tutte le componenti di un’automobile. Tale software, come avviene in qualsiasi altri dispositivo digitale, deve essere periodicamente aggiornato per eliminare difetti e per aggiungere nuove funzioni, e tale aggiornamento può essere ora eseguito completamente a distanza senza dover richiamare la vettura presso l’officina del concessionario.

Questi tre settori stanno emergendo proprio in questi mesi e meritano l’attenzione di quegli imprenditori che vogliono avviare un nuovo settore d’investimento negli Stati Uniti oppure in Europa.

Roberto Mazzoni