Il mercato dei digital wallet esplode negli USA

Il mercato dei digital wallet esplode negli USA

Il digital wallet è destinato a diventare un sistema di pagamento comune, sia negli acquisiti online sia nelle transazioni alla cassa di un negozio convenzionale. PayPal è oggi di gran lunga il sistema di pagamento digitale più utilizzato al mondo, in aggiunta alle carte di credito che stanno evolvendo verso il chip integrato. esistono tuttavia diversi nuovi sistemi che si affacciano sul panorama dei “digital wallet”, vale a dire i portafogli digitali.

L’avvicinarsi di profonde trasformazioni nel campo della tecnologia finanziaria (fintech) favorisce il nascere continuo di nuove startup che si contendono un mercato in rapida espansione.

Roberto Mazzoni

Le applicazioni Fintec interessano la maggioranza della popolazione statunitense

Le applicazioni Fintec interessano la maggioranza della popolazione statunitense

Le applicazioni Fintect hanno servito nel 2015 quasi 150 milioni di utenti di online banking negli USA. Si prevede che ne serviranno 180 milioni nel 2020. La gran parte di questi utenti usa Internet per accedere ai servizi. Lo smartphone è la piattaforma preferenziale, ma c’è ancora una quota importante che impiega computer e tablet. Lo strumento digitale sta diventando il mezzo più comune per compiere qualsiasi transazione finanziaria. Sparisce gradualmente l’uso del contante e si riduce anche l’impiego delle carte magnetiche. E’ uno dei settori in assoluto più promettenti per avviare un’attività imprenditoriale negli USA e nel mondo.

Il valore medio delle transazioni annuo per singolo utente nel 2015 era di circa 2.500 dollari per i pagamenti digitali e per le attività di business finance. I pagamenti digitali manterranno un valore abbastanza costante nei prossimi due anni con una crescita più marcata dopo il 2018. Le aziende invece useranno i pagamenti digitali con molta più intensità e si porteranno a 4.300 dollari già nel 2016 per poi toccare o 7.500 dollari nel 2017 e salire rapidamente a 21.000 dollari nel 2020.

Gli Stati Uniti sono solo secondi

Quel che sorprende di più è che gli Stati Uniti al momento non sono il principale mercato mondiale per le applicazioni Fintec. Di fatto la Cina ha il primato seguita dagli USA e dalla Gran Bretagna. Il Giappone e la Germania si collocano rispettivamente al quarto e quinto posto.

L’Italia è decisamente un fanalino di coda in questo settore con un mercato interno che è un quinto di quello tedesco. E’ persino in ritardo rispetto alla Spagna che ha sviluppato un volume d’affari doppio in questo particolare settore. Questo è un ulteriore motivo di guardare all’estero per gli imprenditori italiani che vogliono restare al passo con i tempi. Mai come ora si è sentita la richiesta di aziende di servizio che siano specializzate in questo ambito.

Roberto Mazzoni

 

Crescita esplosiva della consumer finance negli USA

Crescita esplosiva della consumer finance negli USA

La consumer finance è quella componente della finanza digitale che si occupa di concedere prestiti ai privati e che consente la gestione dei patrimoni d’investimento personali. E’ da sempre uno dei settori principali nell’evoluzione di Internet, ma negli ultimi anni ha raggiunto un livello di crescita esplosivo. Nel 2015 è cresciuta del 186% rispetto all’anno precedente e quest’anno crescerà del 99% rispetto all’anno scorso.

Complice di questa tendenza è la migrazione delle applicazioni esistenti verso il mondo degli smartphone. Le principale banche americane hanno investito nello sviluppo di software per i propri clienti, offrendo su telefonino funzioni prima non disponibili nei loro servizi di online banking.

Tra queste applicazioni abbiamo anche nuove forme per la concessione accelerata di prestiti. La rapida erogazione di finanziamenti costituisce il secondo obiettivo primario degli istituti di credito. Disponendo di enormi risorse finanziarie, grazie al salvataggio operato dalla Federal Reserve dopo la crisi del 2008, c’è la volontà di agevolare il credito e d’incentivare i consumi.

Crescita importante anche per la business finance

Come vediamo nel video abbinato a questo articolo, anche la concessione di finanziamenti online alle aziende sta crescendo rapidamente. Quest’anno il tasso di espansione è del 75 e si manterrà tale anche l’anno prossimo. Si tratta di un mercato ancora piccolo e resterà tale anche nel prossimo futuro, ma le prospettive di crescita sono interessanti.

Le piccole aziende hanno un bisogno crescente di accedere rapidamente a fonti di liquidità per finanziare la propria crescita o per far fronte a difficoltà momentanee. Il sistema bancario americano è orientato prevalentemente verso i prestiti alle grandi corporation. Questo significa che le piccole aziende devono spesso attendere a lungo prima di ottenere un finanziamento e spesso lo ricevono solo quando non gli serve. Vogliamo dire che il presito viene concesso solo quando possono dimostrare di avere già un flusso di cassa adeguato.

Con i nuovi sistemi di concessione dei prestiti online, le aziende possono consultare contemporaneamente diverse banche e trovare quella che meglio si adatta alle loro esigenze. Possono anche accedere ad altri canali finanziari, di origine privata, che possono fornire loro assistenza quando le banche non sono disposte a farlo.

Infine la componente trainante della finanza digitale negli USA rimangono i pagamenti digitali. Dai grafici mostrati nel video notiamo che la crescita è stabilmente al 14 – 15 %, un valore che indica la maturità del settore e la sua vitalità. E’ un settore promettente per chi vuole creare un progetto imprenditoriale negli USA.

Roberto Mazzoni

FinTech: il nuovo nome della finanza digitale negli USA

FinTech: il nuovo nome della finanza digitale negli USA

Fintech è una parola che sentiremo molto spesso nei prossimi anni. Il mondo sta decisamente spostandosi verso l’elettronica e verso un impiego sempre più ampio di Internet. Siamo tutti consapevoli del crescente disagio nel mondo finanziario tradizionale. Le banche sono preoccupate di essere escluse dalla futura rivoluzione digitale. I governi desiderano tutelare le proprie valute contro il diffonersi di valute digitali. Il fenomeno del commercio elettronico è talmente vasto da richiedere nuovi sistemi di pagamento. Persino il commercio tradizionale sta cambiando con il diffondersi dei digital wallet.

Gli Stati Uniti sono una delle nazioni all’avanguardia in questo settore anche perché il dollaro è la valuta di riferimento per molte transazioni internazionali. E’ quindi naturale che il mercato statunitense del Fintech abbia già dimensioni considerevoli e continui a crescere.

Evoluzione del mercato Fintec statunitense

Negli USA cresce costantemente il numero di transazioni finanziarie che viene eseguito online. Quest’anno di parla già di 706 miliardi di dollari, che diventeranno 885 miliardi l’anno prossimo. I sistemi più comuni per eseguire questo tipo di transazioni sono naturalmente un computer oppure un telefono intelligente collegato a una rete mobile.

I tre settori primari sono: i pagamenti digitali (digital payments), la business finance e la consumer finance. Per business finance s’intende la gestione dei finanziamenti alle aziende. La consumer finance racchiude invece i prestiti ai privati e la gestione dei portafogli d’investimento individuali.

L’area di principale interesse è naturalmente quella dei pagamenti digitali che cresce in modo letteralmente esplosivo. Siamo passati dal classico registratore di cassa a ogni tipo di sistema mobile per la raccolta di pagamenti. I concorrenti che continuano ad affacciarsi in questo ambito sono sempre più numerosi. L’obiettivo è di fornire tecnologie che permettano di raccogliere velocemente pagamenti in qualsiasi contesto e in qualsiasi momento.

La consumer finance è particolarmente importante negli Stati Uniti dove la gran parte degli acquisti avviene con finanziamento. Se comperate una nuova auto, per esempio, il concessionario è incentivato a vendervela tramite un prestito. Le banche da parte loro vogliono concedere quanti più prestiti possibile avendo enormi scorte di valuta.

Le tecnologie Fintec entrano in gioco per favorire l’erogazione quasi immediata del prestito. Non è più necessario telefonare alla società finanziaria. Basta operare direttamente da computer o da telefonino per attivare il finanziamento in pochi minuti.

La gestione dei portafogli è un altro settore molto promettente negli USA considerando che le pensioni individuali sono spesso il frutto d’investimenti finanziari. C’è quindi grande richiesta per applicazioni su smartphone che permettano di gestire rapidamente il proprio portafoglio.

La concessione di prestiti alle aziende è il settore più piccolo, ma destinato a crescere a partire dal prossimo anno. Rimarrà molto distanziato dagli altri due , ma offre comunque potenzialità per chi vuole avviare una startup negli USA. Nel video abbinato a questo articolo vediamo l’evoluzione delle cifre per ciascuno dei tre settori.

Roberto Mazzoni

ISCRIVITI PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI!

Grazie per aver effettuato l'iscrizione!