Sicurezza e guida assistita: due mercati emergenti negi USA

Sicurezza e guida assistita: due mercati emergenti negi USA

Sicurezza e guida assistita sono aree di particolare interesse sia per le case automobilistiche sia per le compagnie di assicurazione. Il mercato automobilistico statunitense si sta evolvendo in direzione di un maggior controllo centralizzato di ciascuna vettura. Per sicurezza s’intende qualsiasi sistema concepito per garantire l’incolumità del guidatore e dei suoi passeggeri. Per guida assisita (driving assistance) s’intende qualsiasi sistema mirato a facilitare la guida, come per esempio sistemi che rendono più facile il parcheggio, che assicurano il fatto che la vettura non cambi corsia durante il viaggio in modo involontario, e via di seguito.

Naturalmente entrambi questi settori prevedono l’impiego sulla vettuta di sistemi elettronici che tengono sotto controllo i movimenti della vettura e intervengono in caso di necessità. Si tratta di settori in forte crescita dove ha sicuramente senso investire se si vuole avviare una nuova attività imprenditoriale negli USA oppure anche semplicemente portare questa tecnologia in altri paesi del mondo, in particolare la Cina che è all’avanguardia in questo particolare settore in termini di consumo, seguita subito dopo dagli Stati Uniti, il Giappone, la Germania e la Gran Bretagna.

Perché investire nel settore della sicurezza automobilistica?

Il mercato statunitense  è all’avanguardia in questo particolare comparto dell’industria automobilistica e sviluppa molte delle tecnologie che vengono, poi, esportate in Cina oppure in Europa. Trattandosi di un mondo che cresce rapidamente, ma che è ancora agli inizi, si offrono ottime opportunità per chi vuole lanciare nuove attività oppure vuole rilanciare un’attività già esistente e attiva nel modo dell’automobile.

Gli Stati Uniti e la Cina rappresentano la fetta di gran lunga maggiore del mercato, ma anche l’Europa sta crescendo in previsione dell’entrata in vigore di leggi che, a partire dal 2018, renderanno obbligatorio l’uso di questi sistemi sulle nuove vetture vendute nel Vecchio Continente.

Roberto Mazzoni

Sicurezza e assistenza al guidatore nuova frontiera negli USA

Sicurezza e assistenza al guidatore nuova frontiera negli USA

Negli Stati Uniti sta ermgendo un nuovo mercato della sicurezza e assistenza al guidatore. Si tratta di un’area in cui vale la pena di investire se volete avviare un nuovo business americano oppure semplicemente potenziare la vostra azienda in Europa. I benefici offerti da queste nuove tecnologie sono abbastanza facile da capire.

Il primo è una protezione dell’incolumintà del guidatore e dei suoi passeggeri mediante l’impiego di sistemi elettronici che tengano sotto controllo la qualità della guida. Il secondo è invece l’impiego di dispositivi elettronici per facilitare quelle operazioni che possono risultare complicate, a volte, anche per il guidatore più esperto come il parcheggio. la frenata di emergenza, il salto di corsia dovuto a distrazione oppure difficoltà nel controllo del veicolo.

Sicurezza e assistenza al guidatore come business

E’ facile interessarsi oppure entusiasmarsi per una nuova tecnologia, per un dispositivo che ci permetta di fare cose che prima non riusvcivamo a fare. Diventa però necessario per un imprenditore valutare l’effettiva vitalità di questa tecnologia all’interno di un mercato. Una delle migliori garanzie per lo sviluppo di nuovi mercati è la presenza di leggi e normative che impongano l’impiego di nuovi sistemi ancora inestittenti.

Spesso queste leggi vengono create appositamente per generare opportunità di business, oltre che per affrontare particolari situazioni. Nel caso dell’automobile, abbiamo da sempre un mercato altamente regolamentato e anche la guida assistita e la sicurezza elettronica non fanno eccezione.

A partire dal primo trimestre 2018 questi sistemi diventeranno obbligatori in Europa e perciò costituiscono un’occasione perfetta per chi vuole avviare un nuovo business sfruttando gli Stati Uniti che sono un mercato già ben avviato per poi portare gli stessi prodotti in Europa al momento opportuno. Germania e Gran Bretagna si stanno già muovendo in tal senso e, come sempre, chi arriva al momento giusto raccoglie i frutti migliori.

Roberto Mazzoni

L’automobile diventa ufficio itinerante negli Stati Uniti

L’automobile diventa ufficio itinerante negli Stati Uniti

Connected car negli Stati Uniti è diventato sinonimo di automobile interconnessa digitalmente, di solito tramite reti mobili che consentono l’accesso a Internet direttamente dall’interno della vettura.

E’ come se uno speciale smart phone fosse inserito in modo permanente nella connected car e potesse quindi fungere da pknte per il mondo esterno per chiunque si trovi all’interno della vettura. Una tipica applicazione di questo genere di tecnologia è l’erogazione di contenuti digitali d’intrattenimento: film, musica, documentari, video, social media e qualsiasi altro contenuto che i passeggeri possano essere interessati a “consumare” durante il viaggio.

Connected car come ufficio mobile

Un altro impiego della connected car è la possibilità di trasmettere messaggi personali oppure di lavoro durante il percorso. Ad esempio potrete leggere e rispondere alla posta elettronica oppure organizzare una teleconferenza. Nel video abbinato a questo articolo vediamo le dimensioni di tale mercato negli USA e in che misura queste applicazioni stanno arrivando anche in Europa oppure in Italia.

Si tratta di un settore con grande potenziale che merita di essere considerato dagli imprenditori che guardano al futuro. E’ infatti destinato ad avere impatto non solo sull’industria automobilistica, ma anche sull’industria dell’intrattenimento e dei media, visto che molti contenuti digitali possono essere consumati agevolmente sulla vettura e diventa possibile, attraverso la distribuzione digitale e centralizzata di tali contenuti, stabilire con precisione a chi mandare tali contenuti e quando e che tipo di interessi la persona coltiva.

Marketing diretto e realtà aumentata

Abbinata ad altre tecnologie di cui parliamo in queste stesse pagine, che permettono di localizzare constantemente la vettura e di raccogliere pagamenti a distanza sempre direttamente dalla vettura, si aprono opportunità di marketing del tutto inesplorate.

Ne abbiamo visto un chiaro esempio con Pokemon Go applicato al mondo degli smarthphone e quindi del traffico pedonale. Applicazioni simili potranno trovare la loro formulazione in un contesto di movimento veloce e di movimento di più persone contemporanemente.

Roberto Mazzoni

Intrattenimento via Internet sull’automobile negli Stati Uniti

Intrattenimento via Internet sull’automobile negli Stati Uniti

Il mercato dell’Internet entertainment sull’automobile negli Stati Uniti ha seguito una crescita esplosiva e ora sta approdando anche sull’automobile. L’idea è di consentire ai passeggeri come pure al guidatore di fruire di contenuti musicali, video e multimediali all’interno della vettura senza dover utilizzare il proprio telefonino, come invece avviene oggi.

Chi ha utilizzato il telefonino per consumare contenuti video mentre viaggiava in macchina sa bene che il segnale non è costante e può essere perduto mentre si passa da una cella all’altra della rete telefonica mobile. Inoltre lo schermo dello smarthphone è abbastanza piccolo per essere confortevole ed è decisamente scomodo uanto ci sono due o tre persone che vogliono vedere lo stesso tipo di contenuto.

Infine la batteria dello smartphone può esaurirsi rapidamente e, in generale, il dispositivo non nasce per essere utilizzato comodamente in tale contesto. Per il guidatore, poi, è oggettivamente difficile ascoltare contenuti multimediali in streaming (prelevati in tempo reale dalla rete) perché lesue mani sono impegnate nella guida e anche la sua attenzione non è tale da potersi concentrare sui minuti tasti di controllo di uno smartphone.

Internet streaming nativo all’interno dell’automobile

La connected car- vale a dire l’automobile interconnessa con Internet è la soluzione. La vettura dispone del proprio sistema di collegamento permanente, incorpora i display e i comandi per poter fruire del contenuto streaming mentre si viaggia o mentre si guida e prevede anche sistemi di pagamento integrati e indipendenti da quelli del telefonino.

In pratica l’automobile si trasforma in un salotto mobile dove è possible ricevere tutti i contenuti che si è soliti ricevere a casa propria. L’abitacolo è modificato per facilitare la fruizione interattiva di tali contenuti, mantenendo al tempo stesso la sicurezza del guidatore e dei passeggeri.

E’ anche possibile visualizzare contenuti che cambiano in funzione della posizione dell’automobile, il che diventa uno strumento di marketing molto potente se utilizzato con intelligenza.

Si apre in sostanza un mercato completamente nuovo che offre ottime possibilità d’investimento per chi vuole creare un’attività negli Stati Uniti oppure in Europa. Nel video associato a questo articolo vediamo i trend di crescita di questo particolare settore.

Roberto Mazzoni

Pinterest social media per il commercio elettronico

Pinterest social media per il commercio elettronico

Pinterest è sito di social media negli Stati Uniti dove vale la pena di operare se vendete prodotti e avete un sito di commercio elettronico. E’ forte soprattutto negli USA, ma è presente anche in molti altri paesi e in particolare in Europa. Il suo punto di forza consiste nel presentare immagini a cui si possono aggiungere link che portano verso siti esterni, tipicamente siti di commercio elettronico.

Le immagini sono da sempre un mezzo molto agevole per comunicare e si prestano soprattutto alla promozione di specifici oggetti. Quando la foto presentata riguarda uno specifico prodotto, è anche possibile visualizzarne il prezzo così che il visitatore possa decidere immediatamente se acquistarlo e passare alla pagina dove è possibile eseguire la transazione.

I contenuti di Pinterest vengono caricati da un normale personal computer oppure da qualsiasi altro dispositivo digitale collegato a Internet, come uno smartphone oppure un tablet. E’ quindi un sito perfetto per chi gestisce un’attività promozionale sui social media dal proprio ufficio e dispone di immagini di qualità con cui lavorare.

Le differenze tra Pinterest e Instagram

Il suo ritmo di crescita è diminuito recentemente a seguito della concorrenza da parte di Instagram. Quest’ultimo è un altro social media che utilizza fotografie e ha il vantaggio di essere stato acquisito da Facebook. Il fatto di poter attingere all’enorme base di utenti di Facebook e di poter utilizzare la stessa piattaforma pubblicitaria, ha consentito a Instagram di crescere molto rapidamente.

Tuttavia Instagram consente unicamente di pubblicare immagini dal proprio telefonino e non pemette di pubblicare link verso siti esterni. Pinterest rimane quindi molto interessante per chi vuole eseguire attività di marketing negli USA e non solo negli USA. Una recente inchiesta ha mostrato che Pinterest gode del miglior gradimento in termini di soddisfazione da parte degli utenti statunitensi ed è diventato uno strumento concreto per fare business.

Chiunque abbia in progetto di lanciare un’attività negli USA oppure di promuovere l’attività già esistente negli Stati Uniti oppure nel proprio Paese, dovrebbe valutare l’opportunità di utilizzarlo.

Roberto Mazzoni

ISCRIVITI PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI!

Grazie per aver effettuato l'iscrizione!